Cerca

Condividi

Condividi su Facebook

AA.VV. - “From A Tree Collection-One”

 

AA.VV.

“From A Tree Collection-One”

(Anno 2011 – From A Tree)

Grecia

Una Grecia moderna, per alcuni insolita, per altri la conferma del fermento sotto le braci della storia, di una nazione che riesce e vuole ‘shakerare’ tradizione e futuro, avanguardia e cultura, imprimendone nella memoria del quotidiano ‘gioco’ dell’Arte; le Muse sono nate lì del resto…

Vi raccontiamo i nove aspetti di questa raccolta, la label ve ne omaggia,  un sampler  ‘manifesto’ per la Form A Tree: vari nuance sonore per una performance collettiva che rappresenta molto bene il mondo attorno al quale il mondo ellenico costruisce una ‘scena’ elettronica indipendente al di fuori dal circuito dance commerciale.

Ambient: le nove tracce, anche quando estreme nel percorso dance, rimangono sempre ancorate all’ambiente, Intelligence e di carattere, una totale visione di composizioni e strutture dalle fogge ‘epidermiche’, spesso in grado di aprire le capacità di captare il suono da parte di quei piccoli, invisibili recettori, fenomenali tessuti malleabili altamente emotivi nell’interpretare il suono, nel lasciare guidare da esso tra stanze metafisiche.

Morbida opener, “Healing Process” di Naono, è proprio questo: introverso tessuto sonoro di pianoforte, un suono pulito al limite del confine jazzistico, atmosfere lounge di impagabile malia, la porta ideale per un sampler che ha lo scopo di vetrina e su tutto, di sedurre l’ascoltatore.

Come un diesel, il ritmo va conquistato senza fretta e Aora con “Overload” inizia ad ingranare verso la visione sonora della dance, qui moderata da eleganti, legnose sonorità da crepuscolo estivo, un soundscape in fuga dalla folla verso isolate ‘culle’ ambientali dove solitudine è abbandono.

Due intro preziose: due momenti creati per far sì che tutto quello che seguirà avrà la preziosa veste del manto calato in precedenza.

Inizia allora tutta la fase più ‘clubber’ del sampler: Esoteric Sob (ricordate questo nome lo incontreremo presto di nuovo) in  “Little Moments” è gentile nella drum-line e predisposta al dancefloor elegante, lo stesso vale per “Emotions Modulator”, (il  ‘laptopper è E_LPHABET), scale dall’apparente alone dodecafonico e parabole incostanti; “Insects Playing Melody” dell’ottimo Memphidos, ‘respira’ su più livelli, quasi nuvole vivaci spostate da un vento gentile, tiepido, energie cromatiche fantastiche, nella parte intermedia il pianoforte è un cuore che pulsa prima del finale esplosivo dalle architetture drum’n’bass canoniche ma non invasive, piuttosto adagiate pigramente su synth soffici.

Inedita, la musica di Knod, nel brano “Refridge” ha un pathos intrinseco, un’umanità che richiede un grosso senso dell’amalgama, qui incredibilmente voluta da accordi, arpeggi di chitarra e drum-line sintetiche; il risultato è una retrospettiva, una gamma umorale di sentimenti rappresentati da dolcezze malinconiche, pigrizie ed isolamenti voluti, dolori dell’anima da curare sempre in solitudine.

Al contrario “Interior.s” non ha anima: Senkc crea una coreografia pirotecnica, nessuno schema prefissato ma armonie trovate sul campo nell’assemblaggio digitale.

Nel finale, “External S” (elDot) e “Voltage Deviders” (Airbus Modular), sono lo spazio ‘dancy’ vero e proprio del sampler: la prima nevrotica e ricca d’effetti, ancora più dance la seconda, più direttamente creata per club estivi persi tra le mille isole, le mille rotte del mare, le mille sonorità incontrate in questo regalo di Form A Tree.

Download allora, non rifiutate un omaggio che vi viene offerto…

 

Nicola Tenani

 

http://www.fromatree.gr/