Cerca

Condividi

Condividi su Facebook

Live Report

Immagine
Ataraxia - Blue Project live in Parma (Circolo Mu, 15 – 03 – 2014)
Martedì 18 Marzo 2014
    Sotto l’egida della puntigliosa pianificazione nel creare eventi, la parmense Endenocte è un grande cuore che batte proprio nel cuore dell’Emilia, nel piccolo circolo Mu nella prima periferia di Parma; assieme ad Endenocte altri due cuori dell’Emilia alternativa hanno portato il loro flusso artistico sul palco del club.   The Blue Project, unione quanto mai estemporanea e di successo, sinergia tra Davide Borghi solo senza i suoi colleghi Albireon, accompagnato al microfono da Maria Cristina Anzola, assieme squisito antipasto agli Ataraxia di cui in questi giorni è uscito l’ultimo lavoro “Spasms”. Un bell’insieme di istinti e passioni sul palco sia nel combo... Leggi tutto...

Ultime Recensioni

Immagine
STEVE ROACH - “Structures From Silence”
Martedì 15 Aprile 2014
  STEVE ROACH “Structures From Silence” (Anno 2014 – Projekt) U.S.A. Trent’anni per un disco non sono poca cosa: a questo livello di eternità Sonora viene quasi da chiedersi se certa musica non possa essere annoverata tra la neo-classica, una possibilità per rendere evergreen (come la modernità del lavoro su triplice supporto di Steve Roach) un sound che esula da rock, pop, qualunque stile si voglia considerare.   Così l’ambient inteso come sinfonia moderna ed eventuali post a pieno diritto meriterebbe di essere considerata. Trent’anni come tre decadi sono l’attività di Projekt, auguri ad entrambi per un lungo cammino fatto di perfezioni e scoperte… Una quiete... Leggi tutto...
Immagine
ACCOLADE - “Legends”
Martedì 15 Aprile 2014
  ACCOLADE “Legends” (Anno 2013 – Autoprodotto) U.S.A. Mi ero un po’ rassegnato, sentimento pessimo per i pionieri come me e come tanti di voi nel lungo navigare da lontano tra lidi sonori ed avanguardie, che il goth-fairy fosse agonizzante tra le ultime ristampe dei Qntal o gli ultimi sussulti dei Rajna, invece no, i fuochi di Beltane brillano ancora, seppure fiochi, in parti del mondo dove non ti aspetteresti, per lo meno razionalmente.   Gli States di Mirabilis, di Monica Richards (sebbene Accolade siano più strettamente legati al medioeval-sound piuttosto che al wiccan-goth di ‘queen’ Monica), Unto Ashes e Machine In The Garden, sono l’aspetto più colto e... Leggi tutto...
Immagine
SKORNEG - “Foehn”
Martedì 15 Aprile 2014
  SKORNEG “Foehn” (Anno 2014 – Malignant Records) Canada Dalla collaborazione, tra l’altro abbastanza a sorpresa, tra Fréderic Arbour e Skinwell, nascono le visioni in quattro suite di “Fohen”; sono stati anni abbastanza frenetici per Arbour, concentrato sulle tante, ottime produzioni della sua creatura produttiva Cyclic Law, ora è giunto il momento di tornare ad aprire una parentesi, concentrarsi sulle macchine calato nel suo monicker, Visions, entrando nella sinergia epidermica di una sinfonia sterile, glaciale, dronica con Skinwell, ennesimo capace, manipolatore dell’ambient nato per e con la tenebra nordica.   Nessuna aurora boreale: le quattro tracce sono il... Leggi tutto...
Immagine
CREINIUM - “Project Utopia”
Martedì 15 Aprile 2014
  CREINIUM “Project Utopia” (Anno 2014 – Inverse Records) Finlandia EP di esordio per i finlandesi Creinium, sorti solo nel 2012 e forieri di un Death/Black Metal carico di tastiere che ogni tanto si pregia di sfondare le linee di confine con un Progressive iper-vitaminizzato e ben strutturato.   Dopo un'intro invero abbastanza inutile i nostri attaccano con la title-track del lavoro, e già le cose si fanno più serie. Death/Black Metal di pregevole fattura, come detto, ben suonato e carico di soluzioni interessanti, anche se molto debitore delle band culto del sotto-genere. Sembra di tornare indietro di parecchi anni con questo “Project Utopia”, un lavoro che non si fa... Leggi tutto...
Immagine
THE FREAKS - “Too Dirty To Reflect”
Martedì 15 Aprile 2014
  THE FREAKS “Too Dirty To Reflect” (Anno 2014 – Autoprodotto) Italia Costola della band post-punk The Other Voices, senza spostare di troppo l’asse sonoro rispetto al progetto ‘madre’, gli Into The Freaks in parte continuano il discorso già avviato in passato con “Beloved Child”, Ep che vi presentammo all’inizio del nostro cammino editoriale.   “Too Dirty To Reflect” ha qualche dolcezza del passato e tanta rabbia da sfogare sulle sei corde: i profumi dolciastri della new-wave lasciano il posto ad un raffinato nichilismo ed a piccole angosce riflesse nei solchi, traslucide impronte di una generazione ancora no-future anche se in questo millennio i... Leggi tutto...
Immagine
BEATA BEATRIX - “The New Gothic Generation”
Martedì 15 Aprile 2014
  BEATA BEATRIX “The New Gothic Generation” (Anno 2014 – Wave Records) Italia Nel pieno della ‘old-school’ darkwave, I Beata Beatrix tornano con una nuova release tre anni dopo “In The Graden Of Ecstasy”, aumentando il comparto chitarristico, tagliente come una disperazione strisciante, dando voce al basso in maniera raffinata, screziando il tutto con il loro personale tocco di tastiere per un electro-dark variegato e non ammuffito.   “The New Gothic Generation” è l’ennesima conferma che la band toscana sa il fatto suo e che un’ottima strumentazione di base è la perfetta sintonia con la bella voce di Hatria, illuminata ed in grado di esistere sia nelle... Leggi tutto...
Immagine
FANCIULLI GOOM - “#1”
Lunedì 14 Aprile 2014
  FANCIULLI GOOM “#1” (Anno 2014 – 51 Beats) Italia Che cosa siano i Fanciulli Goom è il pretesto per non saperlo affatto: l’esperienza elettronica di oggi con 51 Beats è il viaggio lisergico in un doom-ambient digitale con vari stili espressi e tutti ruotano attorno al concept quasi fatalistico di “#1”, la visione sonora di una casa isolata in contesti silvani nelle Prealpi lombarde all’estremo nord della Brianza, Canzo, località che diviene non/luogo nel momento in cui la musica inizia a battere, a crescere,a  diminuire tra glitch e dubtime, frequenze ed oscillazioni.   Canzo è anche il luogo dove in tre giorni di fine dicembre 2013 è stato registrato... Leggi tutto...
Immagine
CAPRICORN 12 - “Sometimes I Dream About Lilith”
Lunedì 14 Aprile 2014
  CAPRICORN 12 “Sometimes I Dream About Lilith” (Anno 2014 – Autoprodotto) Italia Esordio per Capricorn 12, monicker dietro il quale si cela Andrea Gilardelli e che ci presenta otto brani di un Dark Ambient canonico ma ben enucleato.   Andrea cita fra le sue influenze act molto importanti e diversi fra loro fra Industrial/Power Electronics e Dark Ambient ed anche una serie di compositori classici di nicchia e meno: questa base eterogenea dona al progetto un bagaglio culturale non indifferente sul quale costruire una proposta che, se ancora strettamente ancorata al genere di appartenenza, si fa comunque apprezzare per la coerenza e lo studio applicato al fine di arrivare alle... Leggi tutto...