Cerca

Condividi

Condividi su Facebook

Live Report

Immagine
Star Pillow live in Bologna (Barrio Escondido 11 - 04 - 2015)
Lunedì 13 Aprile 2015
  Barrio Escondido, una location che gioca sulla segretezza di essere un punto indefinito di una città scontata troppo spesso e questo alone di mistero lo mantengo inalterato sino in fondo per rispetto della circostanza così attraente: Star Pillow (Paolo Monti) si esibisce davanti ad una ventina di persona all’interno di una parentesi spazio/temporale senza fisicità e la sua musica si sfuma nella indefinibile presenza che diviene assenza.   Per tutti voi noi non siamo esistiti, Star Pillow nemmeno, la musica al contrario sì, uscendo dai suoi loop e dai giochi di una chitarra divenuta strumento per trascendere dal concetto di suono scontato per determinare la creazione, la... Leggi tutto...

Ultime Recensioni

Immagine
BLUTENGEL - “Omen”
Domenica 26 Aprile 2015
  BLUTENGEL “Omen” Voto 8,5/10 (Anno 2015 – Out Of Line) Germania Cinque versioni (dal Cd a doppio dischetto alle deluxe edition in box ricchissimo sino al file digitale) ed il ritorno di Chris Pohl è servito su un piatto, argentato, barocco, con un calice di sangue  su un lato e linee finalmente all’altezza dei tempi migliori di “Seelenschmerz”, “Angel Dust” o “Demon Kiss”, l’epopea che principiò la saga del vampiro teutone consacrandolo principe (ad un pipistrello in latex si addice di più rispetto al titolo di re) della Transilvania gotica del dancefloor mondiale.   Ci voleva un disco come “Omen”, libero da tentativi a volte falliti di dare una... Leggi tutto...
Immagine
BALLO DELLE CASTAGNE - “Soundtrack For Unreleased Herzog Movie”
Domenica 26 Aprile 2015
  BALLO DELLE CASTAGNE “Soundtrack For Unreleased Herzog Movie” Voto 8/10 (Anno 2015 – Hau Ruck! SPQR) Italia Quando arriva l’arpeggio gitano di una sei corde come mai ispirata, dopo progressioni anche cosmiche precedenti, dopo stasi e luccichii, dopo pizzichi di cordofono in stile asiatico (tra Buthan, Cina e sogno …), quando arriva la chitarra “Lentus In Umbra” ha già avuto tanto ed il di più è scandito da una ritmica ora vivace, nessun confine racchiude il suono del Ballo Delle Castagne 2015, come non mai liberi di volare ovunque.   Se il concept del disco è una fantomatica colonna sonora dedicata concettualmente a Werner Herzog, uno dei pochi, veri... Leggi tutto...
Immagine
!DISTAIN - “Rainbow Skies At Night”
Domenica 26 Aprile 2015
  !DISTAIN “Rainbow Skies At Night” Voto 7,5/10 (Anno 2015 – Echozone) Germania L’electro-pop Tedesco non soffre, anzi, sbeffeggia la crisi del settore dancy ‘easy’ e con i !Distain, rappresentativi alfieri non solo in casa (((Echozone))), a tre anni dall’uscita dell’antologia “20th Anniversary”, scopre nuove carte, undici e tutte originali, nessun remix, finalmente tornando in sala d’incisione con un album inedito.   Era dal 2011 di “On/Off” che la band (oggi trio, riducendo una line-up che nei momenti di punta contava cinque elementi) non generava tracce, e la nuova release, il nuovo corso ridotto nel numero, non modera affatto il contenuto di... Leggi tutto...
Immagine
KRISTOFFER OUSTAD - “Filth Heaven”
Domenica 26 Aprile 2015
  KRISTOFFER OUSTAD “Filth Heaven” Voto 7/10 (Anno 2015 – Malignant Records) Norvegia La dimensione del dark per il terrore a volte si dischiude, senza spalancare con violenza porte, cancelli: piuttosto come squarcio terreno nel quale trovare Cthulhu o ciò che più v’ispira; ecco, da quella fenditura, in un surreale gioco dell’assurdo, prima dell’uscita di incubi ed inconsci ferali esce musica e Kristoffer Oustad ne è compositore, almeno nel mio immaginario, nel vostro non entro, ognuno genera i propri mostri.   Qualcuno forse conosce il musicista in solitario o nell’orchestra del nero assieme al collega scandinavo (Svezia e non è un caso, ma lo sapete …)... Leggi tutto...
Immagine
SERPENT SKIES - “A Claim to Reality”
Domenica 26 Aprile 2015
  SERPENT SKIES “A Claim to Reality” Voto 7,5/10 (Anno 2014 – Sliptrick Records) Svezia Il più classico Melodic Death Metal è la soluzione adottata dai Serpent Skies per il loro lavoro d'esordio:  i ragazzi ci sanno fare, e costruiscono un album dalle buone potenzialità, ben suonato e che dimostra una personalità matura, espressa da strumentisti consci dei propri mezzi e a loro agio con il genere proposto.   Buona la prova, quindi, che si basa per lo più sulla voce di Ludvig Setterlind, capace di ricordare da vicino l'immenso Tompa Linberg ed allo stesso tempo di risultare personale, soprattutto nelle aperture più melodiche che spesso gli svedesi adottano. Il resto... Leggi tutto...
Immagine
PSYCHO KINDER - “Vivo E Invisibile/Nel Caos Dell’Ecumene”
Domenica 26 Aprile 2015
  PSYCHO KINDER “Vivo E Invisibile/Nel Caos Dell’Ecumene” Voto 6,5/10 (Anno 2014 – Fonetica Meccanica Italia Due tracce sono poche per ardire voti alti ma la sufficienza è già piena perché coraggio e volontà di dare vigore, dignità, splendore ad un genere che vede no-wave e post-punk assieme, cantando in italiano e con poca banalità in spoken-word, riuscendo a fare emergere una importante qualità strumentale e poetica, ci danno un’idea di quale potenziale potrà esprimere questo progetto.   Psycho Kinder: Alessandro Cammilletti ed Ali Salvioni un paio d'anni fa, uniti da legami di terra e affetti, decidono di fare tesoro della loro comune arte, dell’amicizia... Leggi tutto...
Immagine
AA.VV. - “Revolution – The Shoegaze Revival”
Domenica 26 Aprile 2015
  AA.VV. “Revolution – The Shoegaze Revival” Voto 7/10 (Anno 2015 – Ear To Ear Records) Regno Unito Madame chitarra sposa monsieur looper: assieme nascono tutti i figli del mondo di una gamma che oramai è non solo affermata, ma con una storia esclusiva alle spalle, ramificata, convergente con altri generi musicali, indipendente se vuole, lo shoegaze.   La label inglese tributa ad esso un sampler molto lungo ed esaustivo, geograficamente allargato, suadente: in esso My Bloody Valentine, Suede, Cocteau Twins sino ad ibridi alt-rock sono i rami di germogli sviluppati in direzioni talmente estese da formare una chioma ombrosa, quasi tutte le track sono costruite sui riff e... Leggi tutto...
Immagine
INFERNAL DEATH - “Call to War”
Domenica 26 Aprile 2015
  INFERNAL DEATH “Call to War” Voto 7,5/10 (Anno 2015 – Punishment 18 Records) Danimarca Ed eccoci di fronte ad un pezzetto di storia del Death Metal continentale. I danesi Infernal Death nascono nel lontano 1989 e fino alla data del loro scioglimento (1994) producono solamente un paio di demo. Negli anni i membri della band continuano la propria carriera in importanti act della scena fino a decidere di far risorgere gli Infernal Death nel 2013.   E' quindi notizia recente quella del rilascio dell'opera prima della band, un potente concentrato di Death Metal veloce e tecnico che ben si adatta al background di gente che ha militato – fra le altre – in band quali... Leggi tutto...